giovedì 23 agosto 2012

Salsa tzatziki



Salsa tzatziki
Ebbene tra le ricette internazionali spicca ancora una ricetta greca. Avrete capito il mio amore per la Grecia? Veramente la prima volta che ho assaggiato la tzatziki è stata a Napoli, da un kebabbaro  ed è stato amore a primo gusto e poi l'ho gustata in Grecia,tra i profumi di ulivi e mare meraviglioso. Alla prima occasione la riproduco e di solito è in estate e in casa si sprigiona quel profumo fresco caratteristico. Prima di partire per le vacanze vi lascio questa fantastica, fresca e (perché no?) ricetta light..... quest'anno non vado in Grecia, ma non ho tradito di certo il mediterraneo. ^^




Ingredienti:
150 g di yogurt greco (FAGE)
1 cetriolo e mezzo
1 spicchio d'aglio
2  o 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale

Per fare una buona tzatziki ci occorre dello yogurt greco, la marca che di solito utilizzo è FAGE, ma potete sperimentare anche qualche altra marca, naturalmente.
Per prima cosa laviamo e sbucciamo il cetriolo e un'altra metà. Lo frulliamo per bene assieme all'aglio e poi lo passiamo al colino per togliere l'acqua in eccesso. Un altro metodo è quello di grattugiarlo e poi strizzare il composto in un panno  pulito per togliere l'acqua in eccesso. Mescoliamo il cetriolo con lo yogurt aggiustiamo di sale, aggiungiamo l'olio. Possiamo decorare la salsa con delle foglie di menta fresche.



sabato 18 agosto 2012

Moussaka....rivisitata.


Ho mangiato la moussaka varie volte in Grecia e qualche volata anche in Italia. In Grecia ne  esistono  molte varianti , per esempio, c'è chi la fa bianca e chi la fa al pomodoro. Questa moussaka che vi presento è una versione rivisitata perchè in Grecia si compone di uno strato di patate fritte, uno di melanzane fritte, uno strato di carne trita cotta con cipolla in padella e pomodoro (o senza) , ancora melanzane, ancora carne e per finire uno strato spesso di besciamella. Questa volta però non ho seguito il procedimento classico perchè non ho fritto le melanzane e le patate, e ho mescolato la besciamella alla carne macinata e così anche lo strato che sta in superficie non è composto di sola besciamella. E' una versione leggera, ma che mantiene le  sue caratteristiche, accentuate dall'aroma di cannella che è molto usato in Grecia. se non c'é cannella non c'è moussaka.

 Ingredienti:
1,2 kg di melanzane
500 g di macinato
3 o 4 patate grandi
3 cucchiai di passata di pomodoro
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
cannella
sale q.b.


Tagliate a fette le melanzane e spolverizzatele con del sale, lasciatele così in modo che perdano del liquido e con esso l'amaro. Friggetele in abbondante e bollente olio di semi. Scolatele su carta assorbente. Intanto tagliate a fette sottili una cipolla  e uno spicchio d'aglio e fateli appassire in poco olio aggiungere il macinato, far rosolare per un pò e sfumate con 1/2 bicchiere di vino bianco e salate. Ora potete fare una moussaka più rossa aggiungendo 200/300 g di pomodori a pezzettoni oppure ottenere una moussaka più bianca con due o tre cucchiai di passata. Tagliate a fette le patate e friggetele in olio di semi. Intanto preparate la besciamella aromatizzandola con della cannella in polvere . Ora la moussaka originale prevede alla base lo strato di patate fritte poi melanzane e poi la carne con il sugo e poi ancora uno strato di melanzane e poi ancora di macinato con il sugo, ancora di melanzane e infine uno strato spesso di besciamella. Io non ho messo il pomodoro e ho mescolato la carne alla besciamella e ho composto gli strati nell'ordine: patate, melanzane carne e besciamella, melanzane, carne e besciamella. Ho infornato a 180° per 30 minuti.

domenica 12 agosto 2012

Polpette di tonno e philadelphia




Ingredienti:
200 g di philadelphia
250 g di tonno sott'olio sgocciolato
50 g di parmigiano grattugiato
mezzo uovo sbattuto
pangrattato q.b.
prezzemolo
semi di sesamo
olio di semi per friggere

Sgocciolare il tonno e schiacciarlo, mescolarlo con la philadelphia (in alternativa potete usare anche la ricotta). Aggiungete il parmigiano , la metà dell'uovo e tanto pangrattato fino a formare un composto sodo. Aggiungete infine il prezzemolo tritato.  Fate palline grandi quanto noci e passatele nel pangrattato oppure nei semi di sesamo. Friggete a fiamma alta e vivace in olio bollente.

sabato 11 agosto 2012

Chili con carne.





Ingredienti per 4 persone:
(Ricetta messicana)
500 g di macinato di manzo (oppure metà manzo e metà maiale)
300 g di fagioli rossi lessati
1 grossa cipolla
1 spicchio d'aglio
1 peperone
1 foglia d'alloro
1 cucchiaino di chili in polvere
1 cucchiaino di semi di cumino
400 g di pomodoro a pezzettoni
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale


Ponete i fagioli a bagno per una notte , scolateli e lessateli per un'ora e mezza in acqua abbondante con l'alloro. tritate la cipolla e fatela appassire in un tegame con olio, aglio e il peperone tagliato a cubetti. Aggiungete la carne e rosolatela fuoco vivo, mescolando. Aggiungete il chili, i semi di cumino, una presa di sale e il pomodoro. rimestate e fate cuocere per circa un'ora, su fiamma moderata, bagnando se occorre con altra acqua calda. Unite i fagioli all'intingolo di carne, coprite e proseguite la cottura per una ventina di minuti.

venerdì 10 agosto 2012

Gateau di patate.






Ingredienti per una teglia 25x30:

2kg di patate 
 burro q.b.
50 g di parmigiano grattugiato
400 g di prosciutto cotto a dadini
1 uovo
350 g di mozzarella
80 g di pangrattato
un cucchiaio di prezzemolo tritato
sale
pepe




Lessate per 30 minuti le patate con la buccia spazzolata e lavata, pelatele e passatele allo schiacciapatate
Amalgamate  con 1o gr di burro, lavorando con un cucchiaio di legno, unite l' uovo, il prosciutto, il formaggio grattugiato, il prezzemolo, sale e pepe.

Tagliate a fettine sottili la mozzarella. Spolverizzate con il pangrattato una pirofila imburrata, versatevi metà del composto di patate e coprite con le fette di mozzarella.

Spalmate il resto dell'impasto e distribuite in modo uniforme il pangrattato.

Coprite con fiocchetti di burro e cuocete in forno caldo per 40 minuti

mercoledì 8 agosto 2012

Cotoletta di melanzane.






Fritte? No....dietetiche si! Idea semplice, veloce e gustosa.


Ingredienti:
2 melanzane
1 uovo
pangrattato
sale q.b.


Tagliate a fette spesse le melanzane. Sbattete l'uovo. Io di solito non aggiungo sale alle uova, perché tende a creare umidità e a far staccare la panatura. Passate le melanzane prima nelle uova e poi nel pangrattato. Rivestite una teglia di carta da forno e  irrorate con un filo di olio d'oliva.  fate cuocere le melanzane a 180 gradi irrorate anch'esse con un filo d'olio d'oliva, finché infilzandole con la forchetta non saranno morbide dentro e croccanti fuori.




martedì 7 agosto 2012

Umbricelli freschi e ragù con macinato.


"Maccarone m'hai provocato....? E io ti distruggo adesso, io me te magno" Quanto amo la scena di quel film in cui Alberto Sordi  si avventa su un bel piatto di "maccaroni", scartando schifezze americane in onore della nostra amata cucina italiana.Viva la cucina italiana!
 Mi sono sempre domandata quale fosse il sapore di un bel piatto di pasta fresca senza uova preparato in casa  e ne è uscita fuori questa meraviglia. Vi consiglio di fare questa pasta fresca, è buonissima e facilissima.



 Con questo impasto base si possono fare tutti i formati di pasta fresca (senza uova) che preferite : le orecchiette, i cavatelli, le lasagne, gli gnocchetti sardi, i tagliolini, gli strozzapreti e chi più ne ha più ne metta, l'imporatante è utilizzare gli utensili appositi o la tecnica giusta per ogni formato.Un giorno farò delle foto per ogni procedimento, promesso.

Ingredienti per gli umbricelli
400 g di semola di grano duro rimacinata
200 g di acqua
6 g di sale

Procedimento per gli umbricelli: con la semola di grano duro rimacinata formare una fontana e aggiungere l'acqua e il sale. Impastare finché l'impasto non risulterà omogeneo. Stendere col mattarello una sfoglia non troppo sottile e tagliare a listarelle che arrotolerete su se stesse, formando tanti vermicelli. Aggiungete farina altrimenti si attaccheranno. Lasciatele riposare per un paio d'ore una volta pronte.



Ingredienti per il ragù 
per 4 persone

1,5 litro di passata di pomodoro
500 g di macinato di manzo o misto
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano
1 bicchiere di vino bianco
olio d'oliva
sale q.b.




Tagliate  molto finemente la cipolla, la carota e la costa di sedano, devono essere sottilissimi. In una pentola capiente mette a soffriggere le verdure preparate  con olio d'oliva, girate spesso  e non fate bruciare il composto. Aggiungere il macinato e fate dorare la carne (ma non bruciacchiare), a questo punto aggiungete il vino bianco e lasciate sfumare. Quando il vino sarà sfumato aggiungere la passata di pomodoro (io ho usato "la torrente")  e aggiustate di sale, tenere la fiamma bassa e fate cuocere per tre ore. Girate spesso, la salsa diventerà scura  e gustosa.


Far cuocere gli umbricelli in acqua leggermente salata per pochi minuti. Attenzione la pasta è fresca per cui cuoce molto presto , occorreranno circa 4 o 5 minuti.

giovedì 2 agosto 2012

Crema pasticcera classica

Ingredienti:
1 litro di latte intero
300 g di zucchero semolato
90 g di farina
8 tuorli
una bustina di vanillina
scorza di limone grattugiata


Versare uova e zucchero in una bastardella e montarli leggermente con la frusta a mano, quindi incorporarvi la farina, mescolandola accuratamente affinché non si formino grumi.
Stemperare con il latte caldo e aromatizzato con vaniglia e buccia di limone, versandolo a filo con un colino per trattenere le scorie. Riutilizzando il pentolino del latte, mettere sul fuoco tutto il composto e portarlo a cottura, mescolare per evitare che la crema si attacchi. far raffreddare la crema in una ciotola, cosparsa di zucchero per evitare che indurisca e coprire con la pellicola trasparente.


 Crema pasticcera (ricetta di un pasticciere)

1 litro di latte fresco intero (foreste molisane)
4 tuorli
450 g di zucchero
180 g di farina 00
una bustina di vanillina
 un pizzico di sale

Stesso procedimento della crema precedente. Ottima!!!

mercoledì 1 agosto 2012

Indice delle ricette internazionali



Pizza (impasto base)








Ingredienti per 3 persone:
600 g farina 00
370 ml di acqua tiepida
13 g di sale
lievito di birra fresco *

 *Impasto dalle 12,30 per infornare alle 19,00- In inverno  se fa molto freddo 5 g di lievito fresco- Se  fa caldo invece utilizzare 2 g di lievito fresco.
Se decidete di impastare dalla mattina  alle 8,00 per infornare la sera alle 19,00, ricordatevi di ridurre ancora il lievito.

Sciogliete il lievito di birra nell'acqua e aggiungete metà della farina. Versate la restante parte e quasi alla fine, quando l'impasto ha ancora la consistenza di una crema, versate il sale e l'olio ( 1 cucchiaio facoltativo). Lavorare ancora per molto tempo, circa 15 minuti. Tagliatela al centro e se si sono formati dei buchini, significa che la pasta è pronta per riposare e lievitare finalmente. L'impasto deve lievitare tanto, deve quasi triplicare. Quando sarà lievitato, e ci impiegherà circa 6 o 7 ore, occorrerà stenderlo nelle teglie, molto finemente senza mattarello, con le mani. Farlo lievitare ancora mezz'ora prima di condire e infornare a 250° per 15 minuti.

 Tabella delle misure


Per una persona
200 g di farina
122,5 ml di acqua
4,5 di sale
2 g di lievito (inverno); 1 g di lievito (estate)
  Per due persone
 400 g di farina
  245 ml di acqua
 9 g di sale
 4 g di lievito di birra fresco
(inverno); 2 g (estate)
 Per 2 persone con molto appetito
 500 gr di farina
 312,5 ml di acqua
 11 g di sale
 4 g di lievito fresco (inverno) ; 2,5 in estate
 Per 3 persone
 600 gr di farina
 375 ml di acqua
 13 g di sale
 5g lievito fresco (inverno); 2,5 g (estate)
 Per 5 persone
 1000 gr di farina
 625 ml di acqua
 22 g di sale
 7 g di lievito (inverno); 4 g di lievito (estate)


Per 6 persone
1200 g di farina
747,5 ml di acqua
26 g di sale
9 g di lievito (inverno); 4,5 lievito (estate)
 Per 8 persone
 1500 g di farina
 940 ml di acqua
 33 g di sale
 12 g di lievito (inverno); 6 g di lievito (estate)


 Per 10 persone
 2 kg di farina
 1250 ml di acqua
 44 g di sale
 16 g di lievito (inverno); 8 g di lievito (estate)


Qui sotto le dosi indicate dal disciplinare della pizza napoletana al piatto: in questo caso per un risultato ottimale è necessario utilizzare una buona farina professionale che di solito vendono in pacchi da 25 kg presso i rifornitori di mangimi e farine
Dosi e ricetta Dosi di impasto: (Si riporta un valore dei vari ingredienti ottimale raccomandato rapportato a litro di acqua)
Acqua: 1 lt
Sale: 50-55 g
Lievito: 3 g
Farina: 1,700/1,800 Kg (secondo la Forza)
Tempo di impasto: 10 minuti per aggiunta di Farina (fino al raggiungimento del punto di pasta)
20 minuti lavorazione a bassa velocità
Prima Lievitazione: in macchina o madia legno 2 h
"Staglio a mano": in panetti 180 – 250 g circa
Seconda Lievitazione: in cassette per alimenti 4-6 h
 Temperatura di fermentazione: ambiente (T: 25°C)
Conservazione (temperatura ambiente): entro le 6 ore successive