lunedì 3 dicembre 2012

Pancake



 Il pancake è un pane dolce americano che si cuoce in padella e che gli americani amano mangiare a colazione, irrorato di sciroppo d'acero, tuttavia esiste anche la variante salata che accompagnano con uova e pancetta. Io, da buona italiana, l'ho accompagnato con dell'ottima marmellata di albicocche fatta in casa da mia mamma.
Per una decina di pancake

Ingredienti:
1 uovo
180 ml di latte
160 g di farina 00
70 g di zucchero
3 cucchiaini di lievito
burro per ungere la padella

Mescolate assieme il latte e l'uovo, e  quando saranno ben amalgamati aggiungete tutti gli ingredienti solidi (farina, lievito,zucchero).
Ungete una padellina antiaderente, quando sarà bollente mettere tre cucchiaiate di composto. Quando vedrete il composto con delle bolle, potrete girarlo, facendo attenzione a cuocerli bene altrimenti all'interno potrebbero risultare crudi.
 Potrete accompagnarli con la nostrana marmellata o con dell'americanissimo sciroppo d'acero ;)

Per la versione salata basta non aggiungere lo zucchero, ma un pizzico di sale.




venerdì 23 novembre 2012

Lenticchie brasate.



Ingredienti per 4 persone:
400 g di lenticchie
2 cipolle
2 costa di sedano
3 o 4 pomodori
2 carote
500 g di passata di pomodoro
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale
peperoncino


Ammollate le lenticchie per una notte, risciacquatele  e lessatele con una cipolla affettata, una costa di sedano e 3 o 4 pomodori e un goccio d'olio, aggiungete il sale solo alla fine della cottura. In una padella fate appassire una cipolla e il peperoncino in quattro cucchiai di olio, affettate la carota, il sedano e aggiungeteli alla cipolla. Dopo 5 minuti aggiungete la passata di pomodoro. Fate insaporire un po' e aggiungete le lenticchie precedentemente lessate. Salate e portate a cottura dolcemente.


lunedì 19 novembre 2012

Marmellata di prugne







Quando avrete assaggiato la marmellata fatta in casa, vi assicuro che quella che si trova nei supermercati non vi piacerà più. Spettacolare su una delicatissima pasta frolla, è  giustissimo infatti il connubio tra l'acidulo-morbido della marmellata e il dolce-croccante della pasta frolla.

Ingredienti:
1 kg di prugne biologiche
800 g di zucchero


Lavare le prugne, asciugarle e snocciolarle. Porre in una pentola lo zucchero e le prugne (tagliate a pezzetti) e farle cuocere per circa 4 ore, finché la marmellata non sarà diventata densa. Potete anche frullarla  ad un certo punto della cottura, anche se io preferisco che si sentano i pezzi. Rimestate ogni tanto affinché non si attacchi.  Provate a verificare se è pronta con la prova del piattino: prendete un piatto che avete precedentemente raffreddato in freezer o in frigo e metteteci su una cucchiaiata della vostra marmellata, se scivola la marmellata non è ancora pronta e dovete continuare con la cottura. Sterilizzare, facendo bollire per 30 minuti, i barattoli e i coperchi. Porre la marmellata ancora calda nei barattoli. Chiuderli e porli a testa in giù per creare il sottovuoto in una pentola a bollire per mezz'ora. Lasciarli nella pentola finché l'acqua non si raffredda.











giovedì 15 novembre 2012

Capesante gratinate


Capasanta e ostrica sono veri e propri tesori del mare, con carne pregiatissima racchiusa all'interno di decorative conchiglie. La gratinatura è una preparazione in grado di esaltarle.


Ingredienti per 4 persone

8 capesante grandi
1 scalogno
40 g di burro
2 ciuffi di prezzemolo
40 g di pangrattato
1/2 bicchiere di vino bianco
sale
pepe


Lavate e spazzolate con cura le capesante, sistematele in tegame largo e basso con un dito di acqua e fatele aprire a vapore. Separate le 2 conchiglie conservando quella concava, estraete i molluschi e tenete solo la noce  e il corallo, cioè quella piccola parte rossa a forma di cornetto. Lavate le conchiglie eliminando tutti i residui di terra e asciugatele, pulite i molluschi levando le pellicine e gli altri residui, asciugateli e disponeteli 1 per conchiglia. Passate al mixer lo scalogno con il prezzemolo, mettete in una ciotola e amalgamate con il pangrattato, metà vino, sale e pepe. Coprite i molluschi nelle conchiglie con il composto preparato, bagnate con il vino rimasto e distribuite su ognuno un fiocchetto di burro. Fate cuocere in forno per  circa 5 mintui, gratinate per altri 3 minuti e servite in tavola.

Tagliolini al limone

Fra tutti gli agrumi il limone è quello con il più alto contenuto di vitamina C: ben 52 mg ogni 100 g; e il più basso contenuto di glucidi. In commercio ne esistono diverse varietà. Si va dal limone "perettino", giallo e piuttosto piccolo; al "testa di turco", sempre giallo, ma grosso; al "verdello tipico della Sicilia, verde e molto profumato.


Ingredienti per 4 persone
2 tuorli
100 ml di panna
40 g di burro
1 limone
40 g di parmigiano
sale
pepe

Per la pasta:
400 g di farina
3 uova
2 cucchiai di acqua
sale

oppure se non volete usare una pasta all'uovo, per un risultato più leggero, potete provare con l'impasto senza uova con la semola di grano duro  passando poi l'impasto ottenuto nel rullo per ottenere i tagliolini.


Lavorate la farina con le uova, l'acqua e 1 pizzico di sale per preparare un impasto omogeneo. Coprite e lasciate riposare per 1/2 ora. Dividete l'impasto in più parti. passate ogni parte nel rullo per spianare, ottenendo dei fogli di pasta che a loro volta passerete nell'apposito rullo per tagliolini. Lasciate asciugare i tagliolini sparpagliati su un canovaccio. Grattugiate la scorza di limone e spremetene il succo. Con una frusta sbattete i tuorli con la panna, il succo di limone, il parmigiano, che avrete grattugiato, e il sale, quindi versate in una zuppiera.
Fate fondere il burro in una padella e scaldatevi la scorza di limone per due minuti. Lessate al dente i tagliolini, scolateli e fateli saltare nella padella con burro e limone per due minuti. Versate la pasta molto calda nella zuppiera e amalgamatela con la salsa all'uovo, in modo che si rapprenda leggermente spolverizzate con pepe e servite.

Fusilli alla carbonara








Tipici della cucina romana attuale, gli spaghetti alla carbonara, hanno origini discusse che, 

sembra, non debbano essere ricollegate alla tradizione. Comparsi nei ricettari alla fine 

dell'ultima guerra, rimandano ad un modo di preparare la pasta di chi faceva carbone di legna 

sui monti del Lazio.



Ingredienti per 4 persone:

- 400 g fusilloni


- 3 uova


- una noce di burro 


- 200 g di guanciale


- 40 g pecorino grattugiato

-40 g di parmigiano


- sale e pepe



 Tagliate il guanciale a fette spesse di circa 1/2 cm e quindi riducete ogni fetta a stiscioline 


larghe 1 e lunghe 4 cm. In una padella far sciogliere il burro (o tre cucchiai di olio), unire il 

guanciale e lasciarlo rosolare a fuoco medio fino a quando sarà diventato croccante. Prestate 

attenzione a non farlo scurire troppo

In una ciotola sbattere le uova, salate e pepate e grattugiate il pecorino e  il


parmigiano.

Lessate i fusilloni, scolateli al dente e versateli nella padella con l'olio e il guanciale 


 fate saltare per circa un minuto,  spegnere il fuoco ed aggiungere le uova e i formaggi,

mescolare bene bene 20 secondi. Servite caldi.

venerdì 5 ottobre 2012

Pan di spagna


 Ingredienti:
5 uova
150 g di zucchero
75 g di farina 00
75 g di amido di frumento
scorza di limone grattugiata

 E' un pan di spagna eccezionale, morbidissimo.
Accendete il forno a  160° (il mio forno prevede questa temperatura, se è un forno vecchietto i 170° vanno bene). Montare le uova fredde con lo zucchero finché non sarà diventata una massa gonfia e biancastra, il composto deve scrivere: sollevando  le fruste e lasciando cadere un po' del composto, il filo di pasta rimane in superficie  senza affondare subito.
Montato il composto, incorporare la farina e l'amido, setacciando poco per volta e girando con un cucchiaio di legno delicatamente dal basso verso l'alto (non incorporare altra farina se quella precedente non è stata assorbita).
Imburrare la teglia e versate al centro delicatamente il composto e infornare.
Con 5 uova ho usato una teglia di 24 cm di diamentro, in seconda posizione del forno a 155° per 28 minuti.

giovedì 27 settembre 2012

Plumcake allo yogurt ...mulino bianco


Questi plumcake sono proprio una nuvola, leggerissimi e migliori di quelli della mulino bianco. Vi consiglio di provarli, potete aggiungere delle gocce di cioccolato all'impasto.

Ingredienti:
200 g di farina 00
50 g di amido di frumento
3 uova
200 g di zucchero
100 ml di olio di semi
30 g di latte
1 vasetto di yogurt all'albicocca
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina


Frullare le uova con lo zucchero finché non diventa una crema densa. Aggiungere lo yogurt e la farina assieme all'amido sempre frullando. Aggiungere l'olio, lo yogurt, la bustina di lievito e la vanillina. Frullare finché il composto non diventa una massa omogenea e lucida. Imburrare e infarinare gli stampi. Infornare a 180° per 25 minuti.



domenica 23 settembre 2012

Sacher torte


Amo le torte al cioccolato fondente, rappresentano davvero una goduria per la gola. La sacher torte è sicuramente la mia preferita.

Ingredienti:
150 g di farina
150 g di zucchero
150 g di cioccolato fondente (sciolto a bagnomaria)
150 g di burro
5 uova
mezza bustina di lievito

per la glassa:
150 g di cioccolato fondente
75 g di zucchero
mezzo bicchiere d'acqua

per la farcitura:
 marmellata di albicocche
1 cucchiaio di acqua

Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa, aggiungere uno alla volta i tuorli e il cioccolato fondente. Montare con un pizzico di sale a neve fermissima gli albumi. Incorporarli alla massa al cioccolato delicatamente, con un cucchiaio di legno dal basso verso l'alto. Aggiungere con un setaccio la farina e il lievito. Imburrare una teglia di 24 cm di diametro.  Infornare a 170° per 40 minuti circa

Prepariamo la glassa sciogliendo il cioccolato a bagnomaria. Sciogliamo lo zucchero in mezzo bicchiere d'acqua e aggiungiamolo al cioccolato fuso. 

Una volta che la torta si è raffreddata potremo tagliarla a metà. Sciogliamo la marmellata di albicocche in un pentolino con un cucchiaio di acqua e farciamo la torta. Copriamola con la glassa al cioccolato e con della carta da forno a forma di cono, componiamo la scritta





Tacchino e piselli all'indiana





Ingredienti per 4 persone:
800 g di piselli freschi surgelati
400 g di  tacchino tagliato a bocconcini
una cipolla
4 cucchiai di olio di semi
un cucchiaino di curry
un cucchiaino di paprika piccante
sale
pepe


Affettate la cipolla e fatela appassire nell'olio. Aggiungete i piselli e fateli cuocere su fiamma vivace aggiungendo un bicchiere d'acqua. insaporiteli con il curry, la paprika,il sale e il pepe. Aggiungete il tacchino tagliato a tocchetti gli ultimi 10 minuti di cottura. Per fare i crostini, ho tagliato dei tocchetti di pane, ho messo dell'olio sul fondo della padella e li ho fatti rosolare leggermente.

sabato 22 settembre 2012

Polpettine di tonno e ricotta



Ho già proposto la versione con il philadelphia, questa è di sicuro più leggera, ma non meno buona.

Ingredienti:
250 g di tonno sott' olio sgocciolato
200 g di ricotta
1 uovo
30 g di parmigiano grattugiato
50 g di pangrattato + pangrattato per impanare
un rametto di timo
olio per friggere
sale

 Tritate le foglie di timo e mettetele in una ciotola, unite la ricotta, l'uovo, il parmigiano e il pangrattato. Passate al mixer il tonno, unitelo al composto e regolatelo di sale. Formate delle polpette della dimensione di una noce, passatele nell'altro pangrattato. Friggete in olio bollente. Passatele su carta assorbente prima di servire.

mercoledì 19 settembre 2012

Cereali ...primavera




L'estate ci sta abbandonando e ho deciso di salutarla con questo splendido piatto. Si tratta di un'insalata di cereali (farro,orzo, etc..) che si cuociono in soli 12 minuti.

Ingredienti:
250 g di mix di cereali (quelli cotti in 12 minuti)
4 carote
1 scatola di pisellini cotti
una patata
6 pomodorini
prezzemolo
peperoncino in polvere
olio evo
sale

Cuocere i cereali in acqua bollente e salata. Tagliare a quadrettini molto sottili le carote e una patata. Saltateli in padella finché non saranno morbide. Aggiungere i pisellini , il peperoncino, il prezzemolo tritato e il sale.
Tagliare i pomodorini in quattro parti. Scolare il mix di cereali, passarlo sotto l'acqua fredda e condirlo con le verdure preparate, aggiungere i pomodorini e ancora un po' d'olio. Servire fredda.






Peperoni in padella


Ingredienti:
5 peperoni
2 spicchi d'aglio
una manciata di capperi
una manciata di olive nere denocciolate
olio extravergine d'oliva
 prezzemolo tritato
sale

Lavare e asciugare i peperoni. Pulirli dai semi e dai filamenti bianchi. Tagliarli a listarelle. Tritare l'aglio e imbiondirlo nell'olio, aggiungere i peperoni, rimestando spesso. Coprirli con un coperchio. A fine cottura aggiungere le olive, i capperi e il prezzemolo e far cuocere gli ultimi 5 minuti. Aggiustare di sale.

martedì 18 settembre 2012

Farfalle panna e salmone



Questo è uno dei piatti che  ho cucinato in vacanza. Veloce, pratico e gustoso.

Ingredienti per 4 persone:
320 g di farfalle
mezza cipolla bianca
20 ml di panna da cucina
150 g di salmone affumicato
20 g di burro o olio d'oliva
prezzemolo
sale

Procedimento:
Tagliare molto finemente la cipolla e farla appassire nel burro. Aggiungere la panna e aggiustare di sale se occorre. Intanto tagliare a pezzetti il salmone e sminuzzare anche il prezzemolo. Quando la pasta sarà al dente scolarla e versarla nel sughetto di panna, a questo punto aggiungere i pezzetti di salmone e prezzemolo. Dare una rimestata e servire.



Gnocchi alla sorrentina.







E' il piatto più ambito dai componenti della famiglia. Quando si pensa a qualcosa di buono a casa mia si pensa agli gnocchi alla sorrentina: ah ci vorrebbe un bel piatto di gnocchi (frase detta in occasione di diete ferree ^^). Certo è un piatto molto laborioso e quindi lo prepariamo in occasione di eventi speciali come la Pasqua. Se al posto del ragù si preparasse il pomodorino semplice gli gnocchi sicuramente non sarebbero così buoni come in questa ricetta: garantito. Il ragù messo a cuocere per parecchie ore nel grosso tegame di terracotta dona agli gnocchi un aroma particolare... è l'aroma della tradizione? Se dovessi abbinare un sapore alla tradizione direi che certamente avrebbe il sapore del ragù...che la domenica mattina s'infila in ogni stanza di ogni casa della Campania.Oggi è aihmè più difficile sentire quell'odorino....si va tutti troppo di corsa e gli gnocchi e il ragù richiedono tempo e pazienza...

Ingredienti per 12/13 tegamini di terracotta
Per preparare gli gnocchi:
2 kg di farina
2 kg di patate

Lavare le patate e lessarle in acqua senza togliere la buccia, ancora calde sbucciarle con lo schiacciapatate e incorporare la farina, dopo aver disposto le patate a fontana. Lavorare l'impasto finchè esso non sarà diventato omogeneo. Formare dei cordoncini che taglierete a pezzetti. Ora è difficile farvi capire il movimento che le vostre dita dovranno fare per lavorare gli gnocchi. A casa mia si dice "strusciare gli gnocchi". Bisogna schiacciare leggermente lo gnocco sul tavolo di lavoro in modo da fomarmere una piccola cavità all'interno e lo gnocco dopo questo movimento dovrà poggiarsi spontanemente sulle dita (ma non dovrà diventare sottile come le orecchiette). Se la pasta risultasse troppo appiccicosa aggiungere un po' di farina.
Quando gli gnocchi saranno pronti, dovranno risposare sul tavolo di lavoro. 


Per il ragù di carne:
1 carota
1 costa di sedano
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
2 dita di vino bianco
 3 cucchiai di olio d'oliva
3 passate di pomodoro da 700 g l'una
2 braciole  o un pezzetto di carne da ragù
sale
pepe


Per il condimento:
Mozzarella di bufala campana  700 g
parmigiano grattugiato q.b.
basilico



Affettate finemente la cipolla, la carota,il sedano,lo spicchio d'aglio e fate appassire nell'olio. Far rosolare le braciole e far sfumare il vino bianco. Quando sarà sfumato aggiungere il pomodoro e far cuocere per almeno tre ore, aggiustare con sale e pepe.

Intanto cuocere gli gnocchi, saranno cotti non appena saliranno a galla. Condirli col ragù preparato precedentemente. tagliare a dadini la mozzarella. In dei tegamini di terracotta porre prima un po' di sugo, poi un mestolo di gnocchi conditi, uno strato di mozzarella e uno di parmigiano, poi ancora un mestolo di gnocchi, uno di sugo e ancora mozzarella e parmigiano, Infornare a 180° per almeno 30 minuti.

domenica 16 settembre 2012

Risotto al pomodoro.



Bene, io faccio amaramente, parte di quelli che bollivano il riso e poi lo condivano con la salsa di pomodoro e si perdevano questa prelibatezza. Come potrei mai perdonarmi? Un piatto tanto semplice quanto gustoso ed economicissimo. 

Ingredienti per 5 persone:
550 g di riso carnaroli
500 g di pomodori freschi
300 g di passata di pomodoro
1 cipolla (bianca)
3 cucchiai di olio
50 g di parmigiano
50 g di burro
una manciata di basilico
sale 
pepe

Ingredienti per il brodo vegetale:
1 litro d'acqua
sedano
mezza cipolla
1 pomodoro grande
1 carota
1 cucchiaio e mezzo d'olio
sale


Procedimento:
Innanzitutto prepariamo il brodo vegetale mettendo in una pentola tutti gli ingredienti e faremo bollire il tutto per mezz'ora, saliamo il brodo e quando sarà pronto filtriamolo dalle verdure. Non buttate le verdure, ma frullatele, salatele un po' e mangiatele (sono deliziose).
Ora prepariamo la salsa di pomodoro. Affettiamo mezza cipolla  finemente e facciamola appassire con 1 cucchiaio e mezzo d'olio in una pentola. Laviamo e frulliamo i pomodori freschi, aggiungiamo la passata e cuociamo nella pentola con la cipolla per almeno 20 minuti. Aggiustiamo con sale e pepe. aggiungiamo del basilico-

In un altra pentola capiente, in cui cuoceremo il riso, facciamo soffriggere un'altra mezza cipolla tagliata finemente e facciamo tostare il riso per due minuti. E cominciamo ad aggiungere il brodo caldo al riso, continuando a rimestare. Aggiungere il brodo sempre poco per volta. A metà cottura aggiungere la salsa di pomodoro e  a quasi fine cottura il parmigiano e un po' di burro per mantecare. Non dobbiamo utilizzare per forza tutto il brodo, potrebbe essere sufficiente anche solo metà.



venerdì 14 settembre 2012

Penne al salmone in crema



 Il salmone è un pesce molto versatile in cucina, io lo apprezzo moltissimo perché si può utilizzare dall'antipasto al secondo ed inoltre il salmone è un pesce ricco di omega tre e anche se sembra essere piuttosto calorico, i grassi che contiene sono grassi buoni.
Questa ricetta prevede l'utilizzo della ricotta che alleggerisce molto il piatto, al posto della solita panna, sembra quasi una versione raffinata di panna prosciutto e pisellini, raffinata dall'utilizzo oltre che del salmone e della ricotta, anche dei semi di coriandolo che aromatizzano il piatto.

Ingredienti per 4 persone:
400 g di penne
400 g di salmone
1 cipolla
400 g di piselli
300 g di ricotta
80 g di burro
1/2 bicchiere di vino bianco
1/2 cucchiaio di semi di coriandolo

Eliminate la pelle e tutte le lische del salmone. Tagliatelo a dadini e fatelo cuocere a fuoco vivace con 30 g di burro, per 5 o 6 minuti. Bagnate con il vino, unite il coriandolo e fate cuocere a fuoco medio per 10 minuti, salate e pepate e tenete al caldo. affettate la cipolla e fatela appassire con 30 g di burro, unite i piselli e fate cuocere per 10 minuti. lavorate la ricotta , unire il rimanente burro fuso e amalgamarlo al formaggio, aggiungetela ai piselli. Condite la pasta al dente con questo sugo, aggiungendo anche un po' d'acqua di cottura. Guarnite la pasta con i pezzetti di salmone  e il suo sugo di cottura.

martedì 11 settembre 2012

Pollo arrosto....con patate




Ingredienti per due persone
1 kg di pollo
1 kg di patate
aromi per arrosti
rosmarino fresco

Facilissimo da preparare. Lavate, sbucciate e affettate le patate. Tenetele in acqua per non farle annerire. Lavate il pollo, massaggiatelo con gli aromi per arrosti con un goccio d'olio e mettetelo in teglia anti aderente con due dita d'acqua. Cercata di far abbrustolire il prima possibile la pelle tenendola vicina alla resistenza. Ad una ventina di minuti alla fine della cottura aggiungete le patate, ben aromatizzate anch'esse prima di metterle nella teglia . Aggiungete un dito d'acqua se necessario, ma non olio perché il pollo rilascerà il suo grasso. Quando la pelle sarà ben abbrustolita il pollo sarà pronto.

venerdì 7 settembre 2012

Torta di pan di stelle



E' la torta più veloce che esista in assoluto ( se avete fatto già la spesa), altrimenti ahimè dovreste calcolare anche il tempo della spesa.


Ingredienti:
1 pacco di pan di stelle da 700 g
400 g di crema di nocciole (nutella o ciokonut)
400 g di panna montata zuccherata
150 ml di latte
2 tazzine di caffè zuccherato
tortiera da 22 cm

Per prima cosa dobbiamo mescolare latte e caffè e riscaldarli in modo che il caffèllatte diventi tiepido. Ammorbidiamo una parte dei biscotti velocemente nel caffèllatte e componiamo il primo strato, che copriamo  con uno strato di crema alle nocciole  e poi di panna. Ripetiamo la sequenza biscotti ammorbiditi, crema di nocciole e poi ancora panna.... fino a terminare le dosi. Possiamo comporre la torta in uno stampo a cerniera e dopo due ore di riposo nel frigo togliere la cerniera e servire. Sopra ho decorato con biscotti pan di stelle (perché avevo solo pochissimo tempo a mia disposizione), ma volendo ci si può sbizzarrire con una spolverata di cacao e decorazioni di zucchero.


giovedì 23 agosto 2012

Salsa tzatziki



Salsa tzatziki
Ebbene tra le ricette internazionali spicca ancora una ricetta greca. Avrete capito il mio amore per la Grecia? Veramente la prima volta che ho assaggiato la tzatziki è stata a Napoli, da un kebabbaro  ed è stato amore a primo gusto e poi l'ho gustata in Grecia,tra i profumi di ulivi e mare meraviglioso. Alla prima occasione la riproduco e di solito è in estate e in casa si sprigiona quel profumo fresco caratteristico. Prima di partire per le vacanze vi lascio questa fantastica, fresca e (perché no?) ricetta light..... quest'anno non vado in Grecia, ma non ho tradito di certo il mediterraneo. ^^




Ingredienti:
150 g di yogurt greco (FAGE)
1 cetriolo e mezzo
1 spicchio d'aglio
2  o 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale

Per fare una buona tzatziki ci occorre dello yogurt greco, la marca che di solito utilizzo è FAGE, ma potete sperimentare anche qualche altra marca, naturalmente.
Per prima cosa laviamo e sbucciamo il cetriolo e un'altra metà. Lo frulliamo per bene assieme all'aglio e poi lo passiamo al colino per togliere l'acqua in eccesso. Un altro metodo è quello di grattugiarlo e poi strizzare il composto in un panno  pulito per togliere l'acqua in eccesso. Mescoliamo il cetriolo con lo yogurt aggiustiamo di sale, aggiungiamo l'olio. Possiamo decorare la salsa con delle foglie di menta fresche.



sabato 18 agosto 2012

Moussaka....rivisitata.


Ho mangiato la moussaka varie volte in Grecia e qualche volata anche in Italia. In Grecia ne  esistono  molte varianti , per esempio, c'è chi la fa bianca e chi la fa al pomodoro. Questa moussaka che vi presento è una versione rivisitata perchè in Grecia si compone di uno strato di patate fritte, uno di melanzane fritte, uno strato di carne trita cotta con cipolla in padella e pomodoro (o senza) , ancora melanzane, ancora carne e per finire uno strato spesso di besciamella. Questa volta però non ho seguito il procedimento classico perchè non ho fritto le melanzane e le patate, e ho mescolato la besciamella alla carne macinata e così anche lo strato che sta in superficie non è composto di sola besciamella. E' una versione leggera, ma che mantiene le  sue caratteristiche, accentuate dall'aroma di cannella che è molto usato in Grecia. se non c'é cannella non c'è moussaka.

 Ingredienti:
1,2 kg di melanzane
500 g di macinato
3 o 4 patate grandi
3 cucchiai di passata di pomodoro
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
cannella
sale q.b.


Tagliate a fette le melanzane e spolverizzatele con del sale, lasciatele così in modo che perdano del liquido e con esso l'amaro. Friggetele in abbondante e bollente olio di semi. Scolatele su carta assorbente. Intanto tagliate a fette sottili una cipolla  e uno spicchio d'aglio e fateli appassire in poco olio aggiungere il macinato, far rosolare per un pò e sfumate con 1/2 bicchiere di vino bianco e salate. Ora potete fare una moussaka più rossa aggiungendo 200/300 g di pomodori a pezzettoni oppure ottenere una moussaka più bianca con due o tre cucchiai di passata. Tagliate a fette le patate e friggetele in olio di semi. Intanto preparate la besciamella aromatizzandola con della cannella in polvere . Ora la moussaka originale prevede alla base lo strato di patate fritte poi melanzane e poi la carne con il sugo e poi ancora uno strato di melanzane e poi ancora di macinato con il sugo, ancora di melanzane e infine uno strato spesso di besciamella. Io non ho messo il pomodoro e ho mescolato la carne alla besciamella e ho composto gli strati nell'ordine: patate, melanzane carne e besciamella, melanzane, carne e besciamella. Ho infornato a 180° per 30 minuti.

domenica 12 agosto 2012

Polpette di tonno e philadelphia




Ingredienti:
200 g di philadelphia
250 g di tonno sott'olio sgocciolato
50 g di parmigiano grattugiato
mezzo uovo sbattuto
pangrattato q.b.
prezzemolo
semi di sesamo
olio di semi per friggere

Sgocciolare il tonno e schiacciarlo, mescolarlo con la philadelphia (in alternativa potete usare anche la ricotta). Aggiungete il parmigiano , la metà dell'uovo e tanto pangrattato fino a formare un composto sodo. Aggiungete infine il prezzemolo tritato.  Fate palline grandi quanto noci e passatele nel pangrattato oppure nei semi di sesamo. Friggete a fiamma alta e vivace in olio bollente.

sabato 11 agosto 2012

Chili con carne.





Ingredienti per 4 persone:
(Ricetta messicana)
500 g di macinato di manzo (oppure metà manzo e metà maiale)
300 g di fagioli rossi lessati
1 grossa cipolla
1 spicchio d'aglio
1 peperone
1 foglia d'alloro
1 cucchiaino di chili in polvere
1 cucchiaino di semi di cumino
400 g di pomodoro a pezzettoni
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale


Ponete i fagioli a bagno per una notte , scolateli e lessateli per un'ora e mezza in acqua abbondante con l'alloro. tritate la cipolla e fatela appassire in un tegame con olio, aglio e il peperone tagliato a cubetti. Aggiungete la carne e rosolatela fuoco vivo, mescolando. Aggiungete il chili, i semi di cumino, una presa di sale e il pomodoro. rimestate e fate cuocere per circa un'ora, su fiamma moderata, bagnando se occorre con altra acqua calda. Unite i fagioli all'intingolo di carne, coprite e proseguite la cottura per una ventina di minuti.

venerdì 10 agosto 2012

Gateau di patate.






Ingredienti per una teglia 25x30:

2kg di patate 
 burro q.b.
50 g di parmigiano grattugiato
400 g di prosciutto cotto a dadini
1 uovo
350 g di mozzarella
80 g di pangrattato
un cucchiaio di prezzemolo tritato
sale
pepe




Lessate per 30 minuti le patate con la buccia spazzolata e lavata, pelatele e passatele allo schiacciapatate
Amalgamate  con 1o gr di burro, lavorando con un cucchiaio di legno, unite l' uovo, il prosciutto, il formaggio grattugiato, il prezzemolo, sale e pepe.

Tagliate a fettine sottili la mozzarella. Spolverizzate con il pangrattato una pirofila imburrata, versatevi metà del composto di patate e coprite con le fette di mozzarella.

Spalmate il resto dell'impasto e distribuite in modo uniforme il pangrattato.

Coprite con fiocchetti di burro e cuocete in forno caldo per 40 minuti

mercoledì 8 agosto 2012

Cotoletta di melanzane.






Fritte? No....dietetiche si! Idea semplice, veloce e gustosa.


Ingredienti:
2 melanzane
1 uovo
pangrattato
sale q.b.


Tagliate a fette spesse le melanzane. Sbattete l'uovo. Io di solito non aggiungo sale alle uova, perché tende a creare umidità e a far staccare la panatura. Passate le melanzane prima nelle uova e poi nel pangrattato. Rivestite una teglia di carta da forno e  irrorate con un filo di olio d'oliva.  fate cuocere le melanzane a 180 gradi irrorate anch'esse con un filo d'olio d'oliva, finché infilzandole con la forchetta non saranno morbide dentro e croccanti fuori.




martedì 7 agosto 2012

Umbricelli freschi e ragù con macinato.


"Maccarone m'hai provocato....? E io ti distruggo adesso, io me te magno" Quanto amo la scena di quel film in cui Alberto Sordi  si avventa su un bel piatto di "maccaroni", scartando schifezze americane in onore della nostra amata cucina italiana.Viva la cucina italiana!
 Mi sono sempre domandata quale fosse il sapore di un bel piatto di pasta fresca senza uova preparato in casa  e ne è uscita fuori questa meraviglia. Vi consiglio di fare questa pasta fresca, è buonissima e facilissima.



 Con questo impasto base si possono fare tutti i formati di pasta fresca (senza uova) che preferite : le orecchiette, i cavatelli, le lasagne, gli gnocchetti sardi, i tagliolini, gli strozzapreti e chi più ne ha più ne metta, l'imporatante è utilizzare gli utensili appositi o la tecnica giusta per ogni formato.Un giorno farò delle foto per ogni procedimento, promesso.

Ingredienti per gli umbricelli
400 g di semola di grano duro rimacinata
200 g di acqua
6 g di sale

Procedimento per gli umbricelli: con la semola di grano duro rimacinata formare una fontana e aggiungere l'acqua e il sale. Impastare finché l'impasto non risulterà omogeneo. Stendere col mattarello una sfoglia non troppo sottile e tagliare a listarelle che arrotolerete su se stesse, formando tanti vermicelli. Aggiungete farina altrimenti si attaccheranno. Lasciatele riposare per un paio d'ore una volta pronte.



Ingredienti per il ragù 
per 4 persone

1,5 litro di passata di pomodoro
500 g di macinato di manzo o misto
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano
1 bicchiere di vino bianco
olio d'oliva
sale q.b.




Tagliate  molto finemente la cipolla, la carota e la costa di sedano, devono essere sottilissimi. In una pentola capiente mette a soffriggere le verdure preparate  con olio d'oliva, girate spesso  e non fate bruciare il composto. Aggiungere il macinato e fate dorare la carne (ma non bruciacchiare), a questo punto aggiungete il vino bianco e lasciate sfumare. Quando il vino sarà sfumato aggiungere la passata di pomodoro (io ho usato "la torrente")  e aggiustate di sale, tenere la fiamma bassa e fate cuocere per tre ore. Girate spesso, la salsa diventerà scura  e gustosa.


Far cuocere gli umbricelli in acqua leggermente salata per pochi minuti. Attenzione la pasta è fresca per cui cuoce molto presto , occorreranno circa 4 o 5 minuti.

giovedì 2 agosto 2012

Crema pasticcera classica

Ingredienti:
1 litro di latte intero
300 g di zucchero semolato
90 g di farina
8 tuorli
una bustina di vanillina
scorza di limone grattugiata


Versare uova e zucchero in una bastardella e montarli leggermente con la frusta a mano, quindi incorporarvi la farina, mescolandola accuratamente affinché non si formino grumi.
Stemperare con il latte caldo e aromatizzato con vaniglia e buccia di limone, versandolo a filo con un colino per trattenere le scorie. Riutilizzando il pentolino del latte, mettere sul fuoco tutto il composto e portarlo a cottura, mescolare per evitare che la crema si attacchi. far raffreddare la crema in una ciotola, cosparsa di zucchero per evitare che indurisca e coprire con la pellicola trasparente.


 Crema pasticcera (ricetta di un pasticciere)

1 litro di latte fresco intero (foreste molisane)
4 tuorli
450 g di zucchero
180 g di farina 00
una bustina di vanillina
 un pizzico di sale

Stesso procedimento della crema precedente. Ottima!!!

mercoledì 1 agosto 2012

Indice delle ricette internazionali



Pizza (impasto base)








Ingredienti per 3 persone:
600 g farina 00
370 ml di acqua tiepida
13 g di sale
lievito di birra fresco *

 *Impasto dalle 12,30 per infornare alle 19,00- In inverno  se fa molto freddo 5 g di lievito fresco- Se  fa caldo invece utilizzare 2 g di lievito fresco.
Se decidete di impastare dalla mattina  alle 8,00 per infornare la sera alle 19,00, ricordatevi di ridurre ancora il lievito.

Sciogliete il lievito di birra nell'acqua e aggiungete metà della farina. Versate la restante parte e quasi alla fine, quando l'impasto ha ancora la consistenza di una crema, versate il sale e l'olio ( 1 cucchiaio facoltativo). Lavorare ancora per molto tempo, circa 15 minuti. Tagliatela al centro e se si sono formati dei buchini, significa che la pasta è pronta per riposare e lievitare finalmente. L'impasto deve lievitare tanto, deve quasi triplicare. Quando sarà lievitato, e ci impiegherà circa 6 o 7 ore, occorrerà stenderlo nelle teglie, molto finemente senza mattarello, con le mani. Farlo lievitare ancora mezz'ora prima di condire e infornare a 250° per 15 minuti.

 Tabella delle misure


Per una persona
200 g di farina
122,5 ml di acqua
4,5 di sale
2 g di lievito (inverno); 1 g di lievito (estate)
  Per due persone
 400 g di farina
  245 ml di acqua
 9 g di sale
 4 g di lievito di birra fresco
(inverno); 2 g (estate)
 Per 2 persone con molto appetito
 500 gr di farina
 312,5 ml di acqua
 11 g di sale
 4 g di lievito fresco (inverno) ; 2,5 in estate
 Per 3 persone
 600 gr di farina
 375 ml di acqua
 13 g di sale
 5g lievito fresco (inverno); 2,5 g (estate)
 Per 5 persone
 1000 gr di farina
 625 ml di acqua
 22 g di sale
 7 g di lievito (inverno); 4 g di lievito (estate)


Per 6 persone
1200 g di farina
747,5 ml di acqua
26 g di sale
9 g di lievito (inverno); 4,5 lievito (estate)
 Per 8 persone
 1500 g di farina
 940 ml di acqua
 33 g di sale
 12 g di lievito (inverno); 6 g di lievito (estate)


 Per 10 persone
 2 kg di farina
 1250 ml di acqua
 44 g di sale
 16 g di lievito (inverno); 8 g di lievito (estate)


Qui sotto le dosi indicate dal disciplinare della pizza napoletana al piatto: in questo caso per un risultato ottimale è necessario utilizzare una buona farina professionale che di solito vendono in pacchi da 25 kg presso i rifornitori di mangimi e farine
Dosi e ricetta Dosi di impasto: (Si riporta un valore dei vari ingredienti ottimale raccomandato rapportato a litro di acqua)
Acqua: 1 lt
Sale: 50-55 g
Lievito: 3 g
Farina: 1,700/1,800 Kg (secondo la Forza)
Tempo di impasto: 10 minuti per aggiunta di Farina (fino al raggiungimento del punto di pasta)
20 minuti lavorazione a bassa velocità
Prima Lievitazione: in macchina o madia legno 2 h
"Staglio a mano": in panetti 180 – 250 g circa
Seconda Lievitazione: in cassette per alimenti 4-6 h
 Temperatura di fermentazione: ambiente (T: 25°C)
Conservazione (temperatura ambiente): entro le 6 ore successive