domenica 5 gennaio 2014

Pasta al tonno



Ingredienti per 4 persone

400 g di fusilli
una decina di pomodorini
una scatola di pezzettoni
4 cucchiai di olio
240 g di tonno all'olio d'oliva
prezzemolo
una punta di peperoncino

Affettare finemente la cipolla e farla rosolare in padella con l'olio e il peperoncino. Lavare i pomodorini e tagliarli a metà, aggiungerli alla cipolla e aggiungere poi anche i pezzettoni.  Salare il sugo e farlo cuocere per 30 minuti, gli ultimi 5 minuti aggiungere il tonno sgocciolato dall'olio. Lessare la pasta e condirla col sugo, aggiungere del prezzemolo. Servire calda.

Gnocchi rossi al sugo di salsiccia.


Gli gnocchi alla salsiccia sono un piatto eccezionale che abbiamo preparato in vacanza. Ebbene si gli gnocchi in vacanza dopo una giornata trascorsa al mare, sono ancora più buoni e gustosi.


 Ingredienti per sei persone

Per gli gnocchi:
1 kg di patate
1 kg di farina 00

Per il sugo:
250 g di salsiccia
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 bottiglia di passata di pomodoro
1 scatoletta di pezzettoni
1/2 bicchiere di vino rosso
1 cipolla
pepe
sale

lessate le patate con la buccia, mettendo le patate in acqua fredda in una pentola. Quando infilzandole con una forchetta, le sentirete morbide, saranno pronte. Sbucciatele e passatele nello schiacciapatate, mescolatele ancora calde con la farina e amalgamate fino a formare un composto omogeneo.  Con le mani modellate dei pezzi di impasto e formate dei cordoncini dello spessore di un dito che taglierete a pezzetti.

Preparate il sugo, affettando la cipolla e facendola soffriggere in olio, finchè non sarà dorata. Aprite la salsiccia con le forbici, liberatela dalla pelle e sgranatela e fatela soffriggere nell'olio. Irroratela con il vino e aspettate che evapori. Aggiungete allora la passata di pomodoro e i pezzettoni, salate e pepate. Lasciate cuocere 1 ora e mezza,.
 Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata . Appena salgono a galla scolateli e conditeli con il sugo di salsiccia e serviteli caldi.

venerdì 3 gennaio 2014

Nigiri (Sushi)



Vi ho già parlato della mia passione per il salmone? Ma non per il salmone cotto, bensì per quello crudo, sapientemente marinato ( non con il limone, per carità, potrebbe cuocerlo). Credo che da crudo il sapore sia davvero buono ed accattivante per le nostre papille gustative. Mi raccomando se lo mangiate crudo, assicuratevi di eliminare eventuali parassiti congelandolo per almeno 24 ore.
Con il procedimento di marinatura descritto in questo post, possiamo preparare dei buonissimi Nigiri.
 L'ideale sarebbe utilizare il riso per sushi, ma va bene usare anche  il riso Roma, in quanto  risulta più amidoso.

Ingredienti per 10 Nigiri
125 g di riso Roma
250 ml di acqua
 150 g di Baffa di salmone
25 g di aceto di mele
5 g di zucchero
 salsa di soia o riduzione di aceto balsamico
sale

Io preferisco sempre che il salmone sia marinato e trattato in questo modo prima del suo utilizzo, lo trovo molto più saporito. Comunque anche se non preferite trattarlo alla svedese è sempre importante che sia congelato almeno per 24 ore a - 20 gradi, infatti solo questo procedimento potrà consentirci di sterminare l'anisakis, evenutalmente presente. Infatti anche se il pesce è freschissimo, non è detto che non presenti l'anisakis, un parassita minuscolo che sta popolando sempre di più i nostri mari e che a causa del più frequente consumo di pesce crudo sta creando non pochi problemi.
Mettete il riso in ammollo in acqua per 40 minuti. Rimettetelo in una pentola con l' acqua di ammollo (il peso dell'acqua deve essere il doppio di quello per il riso). Insaporite con un pizzico di sale e portate ad ebollizione. E' importante che l'acqua del riso sia completamente ritirata con la cottura. Infatti deve risultare colloso. Quando sarà cotto, spegnete e trasferite il riso in una ciotola e coprite con un coperchio. Dovrete lavorare il riso completamente freddo. Mentre il riso riposa, sciogliete lo zucchero nell'aceto di mele (in realtà si dovrebbe utilizzare aceto di riso, ma i sapori sono molto simili). Quando il riso sarà freddo versatevi il composto di zucchero e aceto e mescolate energicamente.
A questo punto affettate il salmone e cominciate a formare i cilindretti di riso comprimendo, affinchè si compattino. Su ogni cilindretto poserete una striscia di salmone.
Et  voilà, il gioco è fatto.

Tortino al cioccolato dal cuore morbido


Il tortino al cioccolato dal cuore morbido è un ottimo fine pasto, si perché di solito il dolce che dovrebbe essere servito alla fine di un pasto dovrebbe essere sempre un dolce cremoso e mai secco. Inoltre il tortino al cioccolato dovrebbe essere realizzato in inverno perché all'interno si mantiene caldo. Questa ricetta è molto gustosa,  dal momento che non è nemmeno troppo dolce.

Per otto tortini al cioccolato dal cuore morbido
200 g di cioccolato fondente
200 g di burro
130 g di zucchero
4 uova
40 g di farina 00
 una bustina di vanillina
un pizzico di sale

Far sciogliere a bagnomaria il cioccolato e il burro, mettere il composto in un'altra ciotola e aggiungere lo zucchero. Aggiungere le uova , una per volta. Ci si raccomanda sempre di non aggiungere la successiva se quella precedente non è stata ben incorporata. Una volta che saranno state aggiunte le uova aggiungere la farina setacciata, la bustina di vanillina e il pizzico di sale.
 Imburrare i pirottini e cospargerli di cacao e versarvi all'interno il composto, fino a riempirne i 3/4 perché i tortini al cioccolato  lieviteranno leggermente in cottura.

Ora mettete i pirottini in freezer per un'ora e, trascorso questo tempo, infornateli a 200 ° per 15- 18 minuti. il tempo di cottura dipende dal forno. Io li ho tenuti  un'ora e mezza in freezer è quindi ci sono voluti 18 minuti. La cottura è una fase delicata: noterete che comincia a cuocersi la parte laterale, mentre al centro sarà ancora liquido. Se la cottura è ancora a questo punto, non è ancora giunto il momento di tirarli dal forno, infatti anche la parte centrale dovrà risultare non più liquida. Non appena anche la parte centrale risulterà non più liquida è possibile sfornarli, però vi consiglio di fare la prova prima con un solo tortino.

Per me è stata la prima volta, ma erano tutti molto entusiasti e li hanno divorati

Tortilla spagnola (ricetta originale)




 Questa ricetta l'ho presa da una trasmissione televisiva in cui veniva mostrato il fantastico mondo della cucina spagnola ed una signora proprietaria di un bar di Barcellona spiegava come preparare un ottima tortilla, che gli spagnoli consumano con un buon caffè anche a colazione.  Allora vi spiego come creare una tortilla che sia veramente alta come una torta.

Il segreto è utilizzare pochissime uova.
 Ingredienti
2 uova
1 kg di patate
 formaggio grattugiato
sale
pepe

 Lavate e sbucciate le patate e  grattugiatele con la grattugia per scaglie, oppure potete tagliarle a pezzetti sottili e tutti di uguali dimensioni. Friggetele e scolatele su carta assorbente una volta cotte. Condite la patate con sale, pepe e formaggio grattugiato (quest è un'aggiunta tutta mia). Ungere una padellina  piccola (infatti se userete  una padella larga, non otterrete l'effetto di una tortilla alta) antiaderente e cuocere prima da un lato. Girare la tortilla con un piatto e cuocere anche l'altro lato. Potete farla anche con cipolle o altre verdure.

giovedì 2 gennaio 2014

Pizza con cipolle e tonno



Ingredienti
 300 g di impasto per pizza
 3 cipolle bianche
 una manciata di capperi
olio extravergine d'oliva
una scatola di tonno sott'olio da 80 g
sale
pepe



  1. Sbucciare  le cipolle, sciacquarle e affettarle finemente. Far ammollare in acqua le cipolle affettate per un'ora, cambiando l'acqua un paio di volte. Scolarle dall'acqua e asciugatele  con un canovaccio pulito e conditele con olio e sale.
  2. Fatele appassire con un filo d'olio in padella in modo che si ammorbidiscano. stendere l'impasto della pizza in teglia con le mani dopo la prima lievitazione. 
  3. Condire la pizza con le cipolle, i capperi e il pepe. Ancora un filo d'olio e fate lievitare almeno un'altra ora prima di mettere  in forno a 200° gradi.
  4. Gli ultimi 5 minuti condire la pizza anche con il tonno sgocciolato e infornare per altri 5 minuti


Torta in tazza in 5 minuti al microonde



Si lo so, la foto non rispecchia quella di una torta in tazza perchè le volte successive che ho preparato questa ricetta, ho quadruplicato le dosi e l'ho preparata per la teglia grande da micro di diametro.... in questo caso la cottura aumenterà fino ad arrivare a tre minuti.

Dunque questa torta vi salverà quando avrete poco tempo, (ma che dico poco tempo?)...pochi secondi per preparare un ottimo dolce e soprattutto con poca energia elettrica!!!


1 uovo
tre cucchiai di olio di semi
tre cucchiai di latte
due cucchiai di cacao
tre cucchiai di zucchero
due cucchiai di farina 00
1 cucchiaio di amido di mais
1 cucchiaino di lievito per dolci
burro per imburrare

Prendete una ciotola e metteteci un uovo l'olio e il latte e date una rapida mescolata.
Ora aggiungete il cacao, lo zucchero e la farina, l'amido di mais e l lievito per dolci e un pizzico di sale.
 Mescolate bene e imburrate una tazza grande. Fatto? infornate al max in microonde per 2,30 minuti. Fate raffreddare un poco e gustate.

Insalata russa

 L'insalata russa può essere un ottimo antipasto da preparare per la Vigiliadi natale o per altre occasioni speciali, dato l'elevato numero di calorie.

300 g di maionese
200 g di patate
2 carote
100 g di pisellini in barattolo o freschi
1 uovo sodo
 2 wurstel piccoli (facoltativo)
70 g cetriolini sottaceto (o altre verdure sottaceto)
un pizzico di sale
pepe

sbucciare le patate, lavarle e tagliarle a cubetti e lessarle in acqua blllente con un pizzico di sale.  Pulire le carote e tagliarle a dadini, lessarle in acqua bollente. Se utilizzate i piselli freschi lessare anch'essi. Lessare l'uovo e anche i wurstell. Lasciar raffreddare tutte gli ingredienti e componete la vostra insalata mescolandoli insieme, aggiungendo anche i sottaceti, l'uovo a pezzetti e i cetrioli affettati. Salate se occorre e pepate leggermente.


Arista morbidissima di maiale in salsa di carote




L'arista cucinata in  questo modo resta davvero morbida e tenera, rispetto a quella cucinata in forno che tende a seccare una carne già di per sè magra.

1,3 kg di arista di maiale
4 o 5 fette di prosciutto crudo
1 cipolla
4 carote
1 spicchio d'aglio
1/2 bicchiere di vino bianco
500 ml di brodo vegetale
olio extravergine d'oliva
aromi per arrosti
rosmarino
un cucchiaio di farina 00
 pepe bianco

Affettare l'arista, ma non fino in fondo,  da renderla simile ad un libro con pagine spesse un paio di centimetri.
Condire le pagine con olio, sale, rosmarino e inserire in ogni pagina una fetta di prosciutto. chiudere stretta l'arista con uno spago da cucina, fino a farle assumere la forma di un cilindro.
Rosolate la carne in padella alta come un wok  con olio e lo spicchio d'aglio, fino a farla dorare bene e sfumare col vino. Affettare la cipolla e le carote e aggiungere alla carne e aggiungere poi anche il brodo vegetale, coprire con il coperchio e far cuocere per 30 o 40 minuti a seconda del peso della carne. Far seccare un po' il brodo. Togliere la cipolla e le carote e frullare a parte aggiungendo 1/2 bicchiere di acqua e un cucchiaio di farina. Lasciar cuocere questa salsina in una padellina a parte, aggiungere una spolverata di pepe bianco e condire la carne affettata.

Salmone marinato alla svedese e tartare di salmone alla francese

Ebbene si, due piatti in uno che potrete preparare per la vigilia di Natale e stupire i vostri commensali con due piatti da ristorante. La foto è quella della Tartare. Ho mangiato il salmone sia senza la marinatura alla svedese che con la stessa e devo dire che dopo averlo assaggiato con la marinatura, non torno più indietro. Il salmone perde quell'acquetta e quell'umidiccio e acquista un sapore delizioso, la carne è più compatta. Dopo aver effettuato questa procedura si potrebbe anche affumicarlo però purtroppo non conosco ancora la procedura.



Salmone marinato alla svedese

500 g di baffa di salmone fresco
100 g di sale grosso
100 g di zucchero
scorza di limone grattugiata

Innanzitutto dobbiamo congelare  il salmone per 24 ore a - 20 gradi, questo farà si che l'anisakis che potrebbe essere presente nel pesce muoia. E' una precauzione obbligatoria (infatti anche i ristoranti per legge devono congelare il pesce se vogliono servirlo crudo).

Trascorso questo tempo fare una miscela di sale grosso e zucchero. Poggiare il salmone su una pellicola e sopra e ai lati mettere la miscela di sale e zucchero in modo che tocchi la parte superiore e laterale del pesce.

chiudere stretto in pellicola trasparente e poggiare su una grata con un recipiente alla base. Il salmone dovrà stare così per 48 ore in frigo. Il sale e lo zucchero lo insaporiranno e gli faranno perdere l'acqua in eccesso, infatti dopo 48 avrà perso del liquido e la miscela di sale e zucchero sarà umida. trascorso il tempo delle 48 ore sciacquare sotto acqua corrente la baffa di salmone e tamponare delicatamente con carta assorbente.

E' pronto per essere affettato e spalmato con della scorza di limone grattugiata.

Tartare alla francese
alla ricetta precedente sottrarre la scorza di limone ed aggiungere:
 olio evo, cipollina bianca (poca), un pizzico di sale




Il salmone così pronto può essere tagliato a cubetti piccoli e condito con olio extravergine d'oliva, cipollina tagliata a cubettini, un pizzico di sale. lasciar marinare in frigo per tre ore almeno.
 Vi saluto con il piatto degli antipasti della Vigilia di Natale, in cui troverete insalata russa, insalata di polpo, salmone marinato alla svedese adagiato su riso ( sushi), tartare alla francese e tartine con maionese e salmone affumicato.